MI AL MAS !

15.00

… il povero Amleto continuava a rigirarsi nel letto, immerso nel proprio sudore, senza riuscire a riposare. Già faceva un caldo dla Madona in quel mese di luglio; agh caleva – ci mancava – anche il pavone! Nell’agitato dormiveglia era stato tentato più di una volta di allungare la mano alla fondina che solitamente teneva appesa al pomello della spalliera, estrarne la fida Rast und Gasser e uscire così com’era, mutande e canottiera, per sparare a quel maledetto, ma che figura ci avrebbe fatto? Vedeva già il titolo sul giornale, ché i giornalisti del foglio locale avevano ben poco da scrivere, e una notizia come quella si sarebbe guadagnata la prima pagina: “Il Maresciallo Scotti abbatte crudelmente un povero pavone!”

Questa volta, è lo stesso Maresciallo Scotti ad essere messo sotto inchiesta, sospettato di aver ucciso prima un pavone e poi un giornalista. Non solo. L’accusa nei suoi riguardi è pure quella di tramare contro il regime fascista di Benito Mussolini. Amleto Scotti dovrà difendere la propria onorabilità con le unghie e con i denti: ci riuscirà grazie soprattutto all’aiuto degli amici più fidati.

Descrizione

Autore: Paolo Rovati

Genere: Narrativa

Codice ISBN: 9791280740076

… il povero Amleto continuava a rigirarsi nel letto, immerso nel proprio sudore, senza riuscire a riposare. Già faceva un caldo dla Madona in quel mese di luglio; agh caleva – ci mancava – anche il pavone! Nell’agitato dormiveglia era stato tentato più di una volta di allungare la mano alla fondina che solitamente teneva appesa al pomello della spalliera, estrarne la fida Rast und Gasser e uscire così com’era, mutande e canottiera, per sparare a quel maledetto, ma che figura ci avrebbe fatto? Vedeva già il titolo sul giornale, ché i giornalisti del foglio locale avevano ben poco da scrivere, e una notizia come quella si sarebbe guadagnata la prima pagina: “Il Maresciallo Scotti abbatte crudelmente un povero pavone!”

Questa volta, è lo stesso Maresciallo Scotti ad essere messo sotto inchiesta, sospettato di aver ucciso prima un pavone e poi un giornalista. Non solo. L’accusa nei suoi riguardi è pure quella di tramare contro il regime fascista di Benito Mussolini. Amleto Scotti dovrà difendere la propria onorabilità con le unghie e con i denti: ci riuscirà grazie soprattutto all’aiuto degli amici più fidati.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “MI AL MAS !”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.